Archivi tag: informazione

L’alfabetizzazione sanitaria in odontoiatria
Blog Bioservice Matrix

L’alfabetizzazione sanitaria in odontoiatria.
Il paziente partecipa in modo attivo alle scelte riguardanti la propria salute.

Alfabetizzazione sanitaria è la traduzione del termine inglese “Health Literacy” e indica la capacità di ottenere e comprendere informazioni sanitarie di base per poter effettuare scelte consapevoli.
Il termine ha una valenza ormai assodata, introdotto prima negli Stati Uniti e successivamente dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che lo ha inserito nel Glossario della promozione della Salute.

A livello globale è emerso che la qualità della vita risulta migliore nelle aree in cui è presente l’alfabetizzione sanitaria, viceversa sono in aumento la mortalità e gli esiti clinici negativi nelle zone in cui l’alfabetizzazione è a livelli scarsi o insufficienti. In Italia non si hanno numeri statistici certi circa l’affezione a questo tipo di curiosità e cultura personale, ma è emersa la difficoltà nel comprendere il linguaggio medico di base.

E’ vero che l’utente si trova bombardato da infinite informazioni sul medesimo argomento (non solo tv e giornali ma soprattutto il web) e tante volte si sceglie di semplificare la ricerca poiché la comunicazione istituzionale risulta incomprensibile. Quello che fa la differenza è lo spirito critico ma soprattutto la ricerca delle fonti, degli editori e dei siti web più credibili e quotati, che si impegnano a trattare i temi di interesse in maniera seria, afferrabile e decifrabile.

L’alfabetizzazione sanitaria allunga la prospettiva di vita, migliora lo stato di salute e riduce le malattie croniche, migliora la consapevolezza, ha portato ad una minor ospedalizzazione, ad un maggiore acquisto di prodotti legati alla salute della persona, e migliora la coscienza circa il proprio stato di salute.
D’altro canto il sovraccarico di informazioni, più o meno qualificate, può portare a
non ritenere importante il parere medico, all’aumento dell’autodiagnosi, e a convinzioni errate.

L’odontoiatra in questi anni deve fare i conti con pazienti che esprimono obiezioni sul piano clinico o terapeutico dopo aver consultato il web o altre fonti; il professionista dovrà gestire le varie casistiche con empatia, calandosi nella posizione del paziente senza alzare barriere comunicative, chiarendo con competenza e padronanza dell’argomento tutte le “rischiose generalizzazioni o distorsioni” facendo attenzione a non manifestare il diniego circa le considerazioni del paziente.

Uno dei compiti dell’odontoiatra nel panorama attuale è anche quello di saper comunicare. L’esperto deve confrontarsi con un paziente sempre più consapevole divulgando tramite tutti i mezzi a disposizione (dal carteceo cioè brochure, carte servizi e quant’altro al web tramite siti di settore, social ecc..) le proprie competenze e notizie riguardanti la salute. Lo scopo non è quello di combattere il famigerato “Dott. Google” ma vigilare e istruire questo canale di informazione con contenuti adeguati che inducano i pazienti a rivolgersi ai dottori, i quali somministreranno le cure più adeguate.

Condividi:
INFORMATI E CONSAPEVOLI nel mese dell’ EDUCAZIONE FINANZIARIA
Blog Bioservice Matrix

Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria (cui partecipa il Ministero dell’Economia e delle Finanze) promuove la prima edizione del ”Mese dell’Educazione Finanziaria” dal 1 al 31 ottobre 2018.

Nel corso del mese  oltre 200 appuntamenti gratuiti in tutta Italia per imparare a gestire al meglio le risorse finanziarie personali e familiari e approfondire i temi del risparmio, degli investimenti, delle assicurazioni e della previdenza. Il Mese si aprirà con la World Investor Week e terminerà il 31 ottobre, giornata mondiale del risparmio. Obiettivo delle attività del Mese: far crescere l’alfabetizzazione finanziaria degli italiani.

  • Il 63% degli italiani “analfabeta” finanziario  (S&P Global FinLit Survey sulle conoscenze degli over 15 in 140 paesi)
  • Solo il 37% degli over 15 ha chiari i concetti base di inflazione, tasso di interesse e diversificazione del rischio, mentre in Canada, Germania e Stati Uniti la percentuale supera il 60% (dati riportati Annamaria Lusardi, direttore del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria)

Dopo questa doverosa premessa, doverosa in quanto si tratta della prima edizione nel nostro Paese di questo genere di Evento Nazionale che mira all’orientamento e a fornire le conoscenze base per la gestione finanziaria, desideriamo informarVi di quanto BioService e e Linea Implantare Matrix siano sensibili all’ argomento.
Promuoviamo  informazione e sensibilizzazione sui comportamenti corretti nella gestione e programmazione delle risorse finanziarie con la finalità di garantire la Crescita economica attraverso l’utilizzo appropriato di strumenti finanziari, e formule alternative all’acquisto.

Nella fattispecie stiamo lavorando per garantirVi un’informazione a 360 gradi su come affrontare la gestione finanze all ’interno del vostro studio applicando le formule più convenienti in base al tipo di investimenti di cui avreste bisogno. Non si può fare della buona finanza se non si è fatto anche della buona economia.

La locazione operativa, ad esempio, è una soluzione che consente, a fronte del pagamento di un canone fisso periodico, di avere la disponibilità di un bene strumentale all’esercizio della propria professione o attività imprenditoriale, senza acquisirne la proprietà.

Questo servizio è indicato per Chi cerca una soluzione flessibile, che permetta un continuo rinnovo tecnologico, al riparo dal rischio di obsolescenza dei beni aziendali. Si tratta di un tipo di contratto ormai molto diffuso anche in Italia specie per beni ad alta tecnologia (computer, fotocopiatrici, centralini telefonici, medicali, strumenti di misura), ma che si sta rapidamente affermando anche in altri settori.

I vantaggi della locazione:

  • Risparmio di capitale proprio: con la locazione operativa l’Azienda ottiene il bene che serve per la propria attività senza impegnare capitale e senza appesantimenti di immobilizzazioni nello stato patrimoniale.
  • Miglioramento della situazione finanziaria e Sicurezza di pianificazione grazie ai canoni costanti: la locazione operativa migliora i ratios di indebitamento in quanto non rappresenta (in caso di contabilità secondo standard italiano) un debito per l’azienda ma solo un canone in conto economico.
  • Flessibilità: la locazione operativa non ha durate minime e – a seconda della tipologia dei beni – può prevedere formule che non prevedono il completo ammortamento del bene, permettendo di utilizzare i beni solo per quanto si deprezzano nel corso del tempo del contratto. A fine locazione sono possibili più opzioni (rinnovo, restituzione, prosecuzione, acquisto del bene usato).
  • Prevedibilità e gestione del budget (vantaggi fiscali legati alla deducibilità dei canoni): la locazione operativa opera con canoni fissi dove è compresa anche l’assicurazione del bene e dove possono essere compresi anche servizi di manutenzione o altro.
  • Mantenimento della liquidità
  • Tecnologia sempre aggiornata

Per informazioni dettagliate, contattateci e seguite le pubblicazioni nelle nostre piattaforme.
Chi non si forma si ferma!
Informati e Aggiornati  con Linea Implantare Matrix e BioService.
BioService: Dispensiamo Sapere.

Condividi:
L’odontoiatra è un medico o un venditore di denti?
Blog Bioservice Matrix

Com’è cambiato il contesto in cui opera l’odontoiatra?
L’odontoiatra è un medico o un venditore di denti? Qual è il beneficio per il paziente?

Questi quesiti aprono il vaso di Pandora nel campo del Dentale, un quantitativo ingente di riflessioni inserite nel contesto in cui opera il nostro Professionista.

Il panorama è del tutto cambiato, il dentista si trova a vivere la cosiddetta “sindrome del cassetto vuoto” e subisce la presenza e la diffusione incalzante delle catene “low cost”. Sembra che l’ultima soluzione da adottare, considerata la “crisi” che ha svuotato l’agenda, sia quella della svendita, dei saldi nel campo odontoiatrico! Come se il valore della prestazione si eclissasse a cospetto del prezzo vantaggioso.

Le cosiddette catene operano su economie di scala e sulla comunicazione di marketing (con focus sulle terapie più costose come l’ortodonzia e la protesi, soprattutto su impianti), tutto ciò ha favorito la domanda ma in primo luogo ha creato nuovi modelli di riferimento sul mercato. La comunicazione della quale si avvalgono le catene, e gli ingenti budget destinati a questa diffusione di informazioni, hanno influito notevolmente sul mercato, perchè da un lato hanno fatto conoscere maggiormente l’implantologia e dall’altro hanno destabilizzato le politiche sul prezzo del sistema odontoiatrico tradizionale. Considerati i prezzi stracciati, è andato perso a livello collettivo “il valore” delle terapie

Per l’appunto, la tendenza da parte del paziente medio italiano, non è quella di abbandonare lo studio tradizionale ma di affidarsi sempre più alla catena per gli interventi costosi (protesi e ortodonzia). Da statistiche -dati altro consumo 2016- la spesa media di un paziente dal dentista tradizionale è circa di 370€ mentre si aggira sui 900€ quando decide di rivolgersi ad una catena.

Ma non ci si deve insospettire al cospetto della parola marketing, non vuol dire altro che “creare e dare valore al servizio”, il marketing non è prettamente vendita. Le persone non comprano prodotti ma soluzioni ai loro problemi ed è per questo che il marketing etico utilizza la comunicazione per esprimere valori, diffondere la cultura della salute e far emergere la consapevolezza del bisogno di cure stimolando l’economia dello studio dentistico. Lo studio perciò deve avvalersi di una sana comunicazione e un buon dialogo col paziente ovvero di trasparenza; il paziente apprezza chi lo segue nel percorso di cure, chi motiva la prestazione illustrando la qualità del servizio stesso. Il servizio dato dal medico al paziente non si basa solo sul “prodotto dente” ma prima di tutto sulla capacità di fare diagnosi. Non si può svilire e parlare di prezzo del prodotto (dente) quando la parcella del medico si basa prima di tutto e sopratutto sulla prestazione del servizio.

In definitiva, le persone non comprano quello che fai ma perchè lo fai.
Dare un prezzo predefinito, ad una diagnosi, ad una cura, , ad un piano riabilitativo è assolutamente incompatibile con il servizio stesso. Esistono sicuramente costi fissi quali il materiale, la produzione, passaggi e consegne, sviluppi fisici, apparecchiature ma il costo di una prestazione non è vincolato e giustificato solamente da questi importi bensì al valore intrinseco della prestazione svolta dal medico. Il medico consiglia, chiarisce, include e segue il paziente prima, durante e dopo. Lo mette nelle condizioni di poter usufruire del miglior servizio, fatto di competenza e padronanza di conoscenze e strumenti. Questo fa la differenza, questo crea valore e va diffuso tramite l’informazione mirata.

Condividi:
Trauma dentale da stress sportivo
Formazione Bioservice Matrix

Trauma dentale da stress sportivo
Problema, Causa e Soluzione

Verranno inquadrate le discipline sportive facendo emergere le problematiche dell’atleta di alto livello.
Tramite i casi clinici si studierà l’applicazione di questi concetti al paziente
di tutti i giorni (ortodontici, implantoprotesici, disfunzionali).

In particolare, verranno affrontati i seguenti argomenti:
_Concetti e definizione di usura e di traumatologia dentale
_Dispositivi di protezione individuale (D.P.I.)
_Registrazione del rapporto occlusale in funzione dell’ATM
_Concetti di anatomia, posturologia e sincromiografia

Relatore:

– Dr. Alberto Fauccilibero professionista e titolare del DENTAL TRAUMA CENTER di Savona

Il corso si terrà a Genova il giorno 30 Maggio 2018 presso il Palazzo Ducale (Le cisterne del Ducale).

Condividi:
La bocca, i denti e tutto il resto del paziente
Formazione Bioservice Matrix

La bocca, i denti e tutto il resto del paziente
Tutto quello che può causare la “Vendita di un Dente

Verranno analizzate le problematiche quotidiane della clinica odontoiatrica da una prospettiva differente, per capire come si possano risolvere e prevenire situazioni scomode da affrontare.
Prenderemo in esame la differenza tra una riabilitazione non idonea ed una manovra terapeutica corretta, ma eseguita nel momento sbagliato.

In medicina , per molto tempo, i vari apparati sono stati analizzati , studiati e trattati, in maniera “riduzionistica”. Ma questi tipi di sistemi non dovrebbero essere trattati come se non cooperassero al funzionamento dell’organismo. Delimitare i confini di un singolo apparato è pressoché impossibile.

Relatrice:

– Dr.ssa Enrica Poggiolibero professionista –

Il corso si terrà a Genova il giorno 21 Marzo 2018 presso il Palazzo Ducale (Sala del Munizioniere).

Condividi:
1° Congresso Cenacolo Odontostomatologico Centro Italia Campania
Formazione Bioservice Matrix

1° Congresso Cenacolo Odontostomatologico Centro Italia Campania

Il 30 settembre 2017 si terrà il 1° Congresso Cenacolo Odontostomatologico del Centro Italia a Pozzuoli, in Campania. Siamo orgogliosi di essere il Main Sponsor dell’evento.

Tutte le branche dell’odontoiatria moderna concentrano i loro sforzi sia di ricerca, sia clinici, nel tentativo di salvaguardare i tessuti orali residui utilizzando tecniche operatorie sempre più minimamente invasive. Anche se le prime importanti review della letteratura che valutano la MID sono state pubblicate a fine anni ’90, si può affermare, senza paura di smentita, che da allora si è innescato un processo evolutivo di tali tecniche che non si è ancora arrestato.

Più di 250 professionisti del settore si riuniranno per una giornata di dialogo su tali tematiche.

Interverranno:

– Dr. Mariano Malvano –
“Risoluzione di casi complessi in endodonzia: case series”

– Dr. Stefano longhi –
“L’importanza del mantenimento dei tessuti dentali in conservativa”

– Dr. Salvatore Cefariello –
“Il recupero funzionale dei denti inclusi”

-Dr.ssa Rosanna Cirillo –
“La responsabilità professionale alla luce delle nuove normative”

– Dr. Paolo Brunamonti Pinello –
“Soluzione implanto-pretesica per la preservazione del periodonto”

– Prof. Sandro Rengo –
“Strumenti rotanti vs reciprocanti”

– Prof. Francesco Riva –
“Chirurgia e coaugolopatie”

– Dr. Mariano Malvano – event manager
Consegna questionari di apprendimento, correzione, consegna attestati.

Il congresso si svolgerà a Pozzuoli il 30 Settembre 2017 presso l’American Hotel.

Condividi:
L’Odontoiatra è un Medico o un “Venditore di denti”?
Blog Bioservice Matrix Odontoiatra medico o venditore

L’Odontoiatra è un Medico o un “Venditore di denti”?

Il titolo della giornata vuole essere volutamente provocatorio.
Oggi, l’Odontoiatra, è visto dal paziente sempre meno come un Medico e sempre più come un “venditore di denti”. A tutto questo contribuisce in maniera determinante la “comunicazione” martellante attraverso tutti i grandi canali d’informazione che pubblicizzano i vari “ prendi tre e paghi due…”, omettendo di spiegare al grande pubblico quella che è, o dovrebbe essere, la principale caratteristica dell’Odontoiatra.
L’Odontoiatra è prima di tutto un Medico e come tale, è la figura che prima di tutto deve fare diagnosi. Solo attraverso una diagnosi
corretta è possibile, poi, realizzare una corretta e conseguente terapia.

Interverranno:

– Dr. Riccardo Bosco – libero professionista – Resp. Scient. Biomatch-Oral
Le lesioni precancerose: Diagnosi differenziale

– Dr. Roberto Prisco – libero professionistaRelatore e docente di Implantologia
Implanto Bio protesi

– Dr.ssa Valeria De Padua – libero professionista
“Trattamento e gestione dei pazienti con coagulopatie congenite ed acquisite”

Il corso si terrà a Napoli il giorno 11 Marzo 2017 presso il “Millennium Gold Hotel”.

Condividi:
Dalla diagnosi alla terapia delle lesioni del cavo orale nella pratica Odontoiatrica
Formazione Bioservice Matrix Lesioni cavo orale

Dalla diagnosi alla terapia delle lesioni del cavo orale nella pratica Odontoiatrica

Nella pratica quotidiana, l’odontoiatria si trova sempre più spesso a dover gestire situazioni cliniche che necessitano di conoscenze specifiche che permettano diagnosi e terapie mirate, rapide ed efficaci al fine di ottenere dei risultati predicibili.10
L’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Odontostomatologica del Policlinico Umberto I George Eastman, diretta dal Dr. Francesco Riva, coadiuvato dai suoi collaboratori Dr. Domenico Gaglioti e Dr. Riccardo Bosco, è sicuramente un punto di riferimento, non solo per il Lazio, nella diagnosi e nel trattamento di patologie particolarmente complesse.

Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti un quadro chiaro ed esaustivo, attraverso l’esposizione dei casi clinici trattati, che consente una diagnosi rapida e precisa, finalizzando positivamente le terapie attraverso protocolli operativi chiari e codificati.

Interverranno:

– Dr. Francesco Riva – Direttore Un. Op. Compl. Chirurgia Odontostomatologica Policlinico Umberto I
Diagnosi e terapia delle lesioni mucose ed ossee del cavo orale

– Dr. Domenico Gaglioti – resp. Un. Op. Semplice di Chirurgia delle lesioni del cavo orale – Policl. Umberto I
Osteonecrosi mascellare: il ruolo dei Bifosfonati e dei nuovi Farmaci. Protocolli Farmacologici e chirurgici nel paziente in trattamento e con osteonecrosi

– Dr. Riccardo Bosco – libero professionistaResponsabile Scientifico Biomatch-Oral
Protocolli chirurgici in pazienti con coagulopatie congenite ed acquisite

– Dr.ssa Valeria De Padua – libero professionista
“Il paziente emofilico nella pratica odontoiatrica”

Il corso si terrà a Formello – Roma il giorno 28 Gennaio 2017 presso Studio Bosco (Formello – Roma).

Condividi: